I mercati delle Cryptocurrency raggiungono il livello massimo di un anno di 360 miliardi di dollari

I mercati di Cryptocurrency hanno avuto uno dei loro migliori fine settimana dell’anno, nonostante un flash crash che ha spazzato via qualche miliardo. Lo slancio rialzista è tornato alle monete ad alto limite come Bitcoin, Ethereum, e anche il token XRP di Ripple.

La capitalizzazione totale di mercato per i mercati delle criptovalute ha raggiunto il suo livello più alto da oltre un anno questo fine settimana. Miliardi di miliardi di nuovi capitali sono stati investiti in attività digitali, portando la cifra a 360 miliardi di dollari secondo Tradingview.com.

La mossa ha eclissato il picco di febbraio di circa 300 miliardi di dollari e ha riportato i mercati al picco di giugno 2019, appena sopra i livelli attuali. Il massiccio slancio è stato fermato dalla liquidazione di massa delle posizioni a leva, che ha causato un crollo di 20 miliardi di dollari in un’ora di domenica.

Le principali borse come Binance e BitMEX permettono ai trader spesso inesperti di operare con una leva finanziaria massiccia fino a 400x che, come è stato testimoniato, può portare a discariche disastrose.

Aggiornamento dei prezzi Bitcoin

Bitcoin Future ha finalmente rotto la resistenza a lungo termine, toccando un massimo annuale di 12.000 dollari nel fine settimana. Il nuovo massimo più alto sul grafico può essere visto come un forte segnale di inversione di tendenza, ma perché questo sia pienamente confermato, BTC deve conquistare il picco di prezzo dello scorso anno di poco meno di $14k.

La liquidazione ha rapidamente fatto scendere i prezzi di oltre il 12%, ma al momento della stesura del presente documento sono tornati nell’area di 11.200 dollari. Il trader e analista esperto, Josh Rager, non era preoccupato, ha recentemente postato;

„L’ultimo ritiro di Bitcoin è stato solo del 15%. Ci sono stati almeno sei ritiri di oltre il 30% o più dell’ultima tendenza al rialzo del mercato dei tori. Andrà tutto bene“.

La mossa ha sollevato i mercati da un periodo di tre mesi e lo slancio sembra di nuovo rialzarsi, nonostante le manovre del fine settimana di trading.

L’etereo al posto di guida

L’Ethereum è stato il catalizzatore dello slancio del mercato della crittovaluta, che recentemente ha superato resistenze ancora più a lungo termine per tornare a un livello di prezzo psicologico che non veniva visitato dall’agosto 2018. Alimentati da un fiorente mercato finanziario decentralizzato, i prezzi dei ETH hanno iniziato a muoversi più velocemente la scorsa settimana, aumentando del 70% in meno di due settimane per arrivare a 400 dollari.

Questa settimana inizieranno i test finali per il tanto atteso upgrade al PF 2.0, che porterà opportunità di palo. Questo ha rinnovato l’ottimismo per il lancio completo della prima fase dell’aggiornamento della rete entro la fine di quest’anno.

L’Ethereum è stato ampiamente sottovalutato negli ultimi due anni, con un calo di oltre l’80% rispetto al suo massimo storico, mentre il fratello maggiore Bitcoin ha recuperato comodamente ad appena il 45%.